Lo Stadio

"GRAN SASSO D’ITALIA - ITALO ACCONCIA"

LO STADIO

Lo stadio Gran Sasso D’Italia ospita le partite dell’Aquila 1927 dalla stagione 2016-17. Un tempo pensato ad uso rugbistico, non era mai stato inaugurato. A seguito al terremoto che colpì il Capoluogo abruzzese il 6 aprile del 2009, sul campo da gioco del cosiddetto “Stadio di Acquasanta” (dal nome della località) venne localizzata una tendopoli per ospitare gli sfollati dei vicini quartieri. Qualche anno dopo, grazie ad un progetto redatto in collaborazione con il CONI nell’ambito dell’iniziativa “Stadi senza barriere”, lo stadio venne ripristinato, sistemato e rimodernato per essere poi inaugurato nel 2016 con il nome, scelto dai tifosi, di ‘Stadio Gran Sasso d’Italia – Italo Acconcia’. La sua capienza di 6.763 posti, la vicinanza del terreno da gioco dagli spalti e la presenza di posti a sedere (con seggiolino) in ogni settore, rendono l’impianto aquilano uno dei più all’avanguardia del Centro Italia. Si tratta infatti di uno stadio senza barriere, dove il tifoso può godere al meglio della partita da ogni settore. La sua vicinanza al centro storico della città ne rende agevole la posizione, facile da raggiungere e alla portata di tutti. Dal 2019, anno in cui la tifoseria è proprietaria del club, sono state apportate numerose migliorie allo stadio anche grazie alla collaborazione del Comune dell’Aquila. Da due anni, L’Aquila 1927 gestisce direttamente, dietro apposita convenzione con il Comune dell’Aquila, il complesso sportivo dello Stadio Gran Sasso d’Italia. Questo ha permesso di migliorare visibilmente l’impianto mettendone in risalto le sue potenzialità, tramite la sistemazione e la rifunzionalizzazione degli spazi coperti dello stadio, con la creazione di confortevoli locali polifunzionali, tra cui segreteria, sala conferenze e cabina stampa. È stata realizzata anche una palestra per gli atleti della prima squadra e del settore giovanile, con ampia gamma di attrezzi e di spazi utili all’allenamento.

PROGETTO STADIO

Di concerto con l’Amministrazione comunale, è in itinere un progetto di rigenerazione, rifunzionalizzazione e realizzazione di nuove opere dello Stadio Gran Sasso, tramite l’utilizzo di fondi pubblici e privati. L’idea progettuale supera la vecchia concezione dello stadio, a favore di una più moderna, confortevole e sostenibile. Resta collegato per non perderti ulteriori novità…

SEGRETERIA

Tra gli spazi che hanno subito la maggiore trasformazione c’è sicuramente la segreteria. Situata nella pancia dello stadio, si tratta di un ambiente che è stato completamente rinnovato: da una grande stanza vuota ne sono state ricavate due più funzionali, una principale adibita a segreteria e sede del club e un’altra adibita a sala conferenze, con la possibilità di fare meeting a distanza. Nella sede del club è presente anche la bacheca dei trofei.

SALA STAMPA “FRANCO GIANCARLI”

Il 30 luglio 2020 è stata inaugurata la sala stampa “Franco Giancarli”, situata nella pancia dello Stadio Gran Sasso, sotto la tribuna ovest. L’intitolazione allo storico e autorevole giornalista sportivo aquilano è un riconoscimento al lavoro svolto negli anni dallo stesso nel documentare le vicende della palla rotonda e ovale del Capoluogo. La nuova sala stampa non ha nulla da invidiare a quelle degli stadi di Serie A, essendo dotata di 25 postazioni e di un tavolo personalizzato con il logo del club, con 3 sedute professionali rossoblù. La ciliegina sulla torta è però arrivata ad aprile 2023, con l’installazione di uno schermo LED imponente alle spalle del tavolo. La sala stampa è impreziosita da una gigantografia raffigurante la pianta storica della città, come testimonianza della forte identità territoriale del sodalizio.

PANCHINE

Nel gennaio 2020 sono state sostituite le vecchie e rovinate panchine con 32 sedute professionali rossoblù, che rendono molto più professionale e confortevole (sia per i nostri calciatori che per gli ospiti) la partita della domenica. Le nuove panchine trasudano identità, grazie alle pannellature personalizzate affisse nella parte interna che raffigurano lo skyline della città e i loghi del club. La differenza con le vecchie sedute è notevole e costituisce un importante passo verso la modernizzazione dell’impianto.

CABINA STAMPA “ALESSANDRO ORSINI”

Il 30 settembre 2021 è stata inaugurata la nuova cabina stampa nella tribuna ovest dello Stadio Gran Sasso D’Italia. Si tratta di una miglioria importante, con le spese di progettazione e di realizzazione interamente a carico del club. La cabina stampa è stata intitolata alla storica firma del quotidiano “Il Messaggero” Alessandro Orsini, scomparso nel maggio 2009. Grazie all’installazione di questo nuovo spazio sarà molto più confortevole il lavoro dei giornalisti, essendo la cabina stampa dotata di molteplici postazioni con presa di corrente ed essendo la stessa uno spazio chiuso, riscaldato e “riparato”.

SALA E-SPORTS

La sala e-sports situata dentro lo Stadio Gran Sasso rappresenta il non plus ultra della modernità di un impianto sportivo. Denominata “Gran Sasso Arena”, questa sala multimediale è stata inaugurata il 15 gennaio 2023 e dispone di 12 postazioni da gaming complete di seduta professionale e cuffie. Si tratta di un caso unico a livello nazionale, essendo lo Stadio Gran Sasso il primo impianto italiano a disporre di una sala e-sports al suo interno e uno dei pochissimi in tutta Europa. La realizzazione di questa sala ha un valore molto più profondo di quanto possa apparire: negli e-sports possono competere senza distinzione persone normodotate con altre con disabilità, giovani con anziani, uomini con donne. Si parla quindi di inclusione, sensibilizzazione, sana competizione e apertura a un mondo che sta prendendo sempre più piede.